Home >
x

Servizio SMS

Nome

Cognome

Cellulare

Città

News



06/11/2017

FIERACAVALLI: FINALE DEL SALTO IN LIBERTÀ



Ventisette su cinquanta classificati per la prova finale di Salto in Libertà di Verona, otto su venti classificati per la finalissima. Numeri che premiano l’allevamento sardo che da diversi anni non portava alle finali nazionali del Mipaaf di Fieracavalli un numero così grande di cavalli nati e allevati in Sardegna. Un ritorno in grande stile che ha riempito il padiglione 2 della Fiera di Verona di tanti allevatori, proprietari e preparatori isolani che hanno ripreso a credere all’allevamento investendo nella ricerca dei migliori stalloni per le proprie fattrici. E questi numeri danno ragione a chi ha continuato a credere nell’allevamento, non cedendo le fattrici ma anzi migliorando le proprie linee di sangue con nuovi innesti. I numeri di Fieracavalli 2017 danno ragione a loro e anche alle nuove politiche dell’Assessorato all’Agricoltura e Riforma Agropastorale della Sardegna che, insieme all’Agenzia Agris, ha ripreso a finanziare ed a promuovere l’allevamento del cavallo sardo, dedicando delle cifre importanti ed istituendo alcune novità come il Trofeo dei Nuraghi, riservato proprio ai giovani cavalli sardi, e la disputa della manifestazione “Sardegna Jumping Tour” che, alla terza edizione, è diventata un appuntamento fisso per tanti appassionati. Se nelle scorse edizioni delle finali di Verona i cavalli nati nell’isola si potevano contare sulle dita di una mano e mai raggiungevano posizioni in classifica degne di nota, quest’anno le tendenze si son rovesciate e si può parlare tranquillamente di “ritorno all’antico”. Il miglior piazzamento è stato quello di Vagabunda, una figlia di Cascari allevata da Mario Malica e presentata da Filippo Sechi, giunta al quinto posto. Settima posizione per un’altra femmina, Vita Venus, da Nadir di San Patrignano, allevata da Lucia Maria Careddu e presentata da Francesco Arca. Al decimo posto Voloire, altra femmina figlia di Cristallo, allevata da Francesco Murgia e portata a Verona da Giovanni Carboni, all’undicesimo Vitor, da Nadir di San Patrignano, allevata da Battista Pes e presentata da Andrea Pes, al dodicesimo Venerella, ancora Nadir di San Patrignano, nata nell’allevamento di

Giovanni Mauro Atzori e presentata da Giovanni Onnis. Proseguendo nella graduatoria finale figurano Vyelov, Vento Dì e Vesuvio Grigio, altri tre puledri di Nadir di San Patrignano, il primo allevato da Antioco Piras e presentato da Emanuele Baldinu, il secondo Giovanni Usai e Agostino Mascia nelle vesti rispettivamente di allevatore e preparatore, e il terzo nato nell’allevamento di Giovanni Mauro Atzori e presentato da Giovanni Onnis. Da sottolineare l’ottima prova di Velsel, un baio figlio di Ksar Sitte, allevato da Gian Costantino Milia e presentato da Luigi Iriu, classificato al secondo posto della prova di obbedienza ed andature e di Vita Venus (settima nel salto) tra le femmine impegnate nella prova morfo-attitudinale, anche lei seconda. Tra i puledri di due anni presenti a Verona, il miglior risultato è stato il secondo posto di Zirellu, un figlio di Ksar Sitte allevato da Massimo Enne e preparato da Agostino Mascia.

 

Carlo Mulas

Segnala su Facebook Twitter Del.icio.us Google
F.I.S.E. CR SARDEGNA - Federazione Italiana Sport Equestri - Comitato Regionale Sardegna
Via Cagliari, 242 - c/o Palazzi SAIA - 5° Piano - 09170 Oristano - Tel. 0783/302932-769015 - Fax 0783/302932 - e-mail:
info@fisesardegna.com
P.I. 02151981004
Credits: J-Service srl realizzazione siti web